Gianni Morandi ”strega” l’Arena. E sul palco c’e anche Fiorello

      verona, morandi, cher,gossip,musica,news,notizie,vip,singolo 'Woman's world', tv,Lady Gaga,Raffaella Carrà,Riccardo Cocciante ,show all'Arena di Verona


È iniziato in perfetto orario e senza pioggia lo show all’Arena di Verona di Gianni Morandi in diretta tv su Canale5, ci sarà anche Cher con cui duetterà sulle note di ‘Bang bang’. La popstar proporrà poi da sola il nuovo singolo ‘Woman’s world’, estratto dal nuovo album ‘Closer to the truth’ presentato ieri a Milano.   A sorpresa è apparso anche Riccardo Cocciante che ha intonato l’assolo della celebre “Margherita” fra l’entusiasmo e gli applausi del pubblico.  Tornando a Cher ieri ha spiegato semplicemente che «me l’hanno chiesto» aggiungendo che «le nostri voci vanno bene insieme (a differenza di Lady Gaga con la quale sarebbe saltato un duetto, ndr)» anche se prima non conosceva Morandi così come le è ignoto il nome di Raffaella Carrà diventata famosa mostrando l’ombelico, proprio come lei. «Come si dice in America – scherza – qualcuno deve pur cominciare».

La Juve va sotto di un gol, ma poi rimonta e batte il Verona 2-1

juventus,verona,gonzalez,roma batte verona,inter,fiorentina,milan,roma,fernando llorenteLa Juventus riesce ad avere la meglio sul un tenace Verona grazie alle reti dei suoi bomber, l’argentino Carlos Tevez e l’oggetto misterioso, fino ad oggi, Fernando Llorente. I due attaccanti ribaltano il gol del vantaggio di Cacciatore nel primo tempo. Così la Juventus sale a 10 punti, con Inter e Fiorentina, dietro alla Roma a punteggio pieno dopo quattro gare, mentre il Verona resta a 6. Gli scaligeri partono bene e mettono in difficoltà, dopo il Milan, anche la Juve. Al 35′ arriva il gol del vantaggio di Cacciatore che dagli sviluppi del corner, sfrutta un colpo di testa di Gonzalez, si smarca e insacca la porta di Storari. È rabbiosa la reazione dei bianconeri che vanno vicini al gol con Ogbonna e con Pogba il cui tiro è respinto sulla linea, nel giro di due minuti e poi va a segno con l’Apache ben servito in profondità da Vidal, che in diagonale incrocia perfettamente e con grande potenza sul palo lungo, palla sul legno e poi in rete, con Rafael battuto. IL TABELLINO Juventus (3-5-2): Storari 6, Barzagli 6.5, Bonucci 7, Ogbonna 6, Isla 6.5, Vidal 7, Pirlo 5 (21′ st Marchisio 6), Pogba 6.5, Asamoah 6, Tevez 7.5 (34′ st Giovinco sv), Llorente 6.5 (23′ st Vucinic 6). (1 Buffon 50 Citti 3 Chiellini 11 De Ceglie 13 Peluso 16 Motta 20 Padoin 26 Lichsteiner 27 Quagliarella). All.: Conte 6.5. Verona (5-3-1-1): Rafael 6.5, Cacciatore 6.5, Gonzales 6, Moras 5.5, Bianchetti 5, Agostini 5 (22′ st Iturbe sv) Romulo 6, Donati 5 (14′ st Gomez 5), Hallfredsson 4.5 (32′ st Donadel sv), Jorginho 6.5, Cacia 5 . (12 Nicolas 31 Mihaylov 4 Laner 7 Longo 11 Jankovic 14 Cirigliano 16 Rubin 25 Marques 26 Sala). All.: Mandorlini 6 Arbitro: Bergonzi 6 Reti: nel pt 36′ Cacciatore, 40′ Tevez 48′ Llorente Angoli: 5 a 2 per la Juventus Recupero: 3′ e 3′ Ammoniti: Asamoah, Ogbonna, Marchisio e Donadel per gioco scorretto, Vucinic per proteste. Note: spettatori 40.888, incasso 1 milione 305 mila euro * I GOL 36′ pt: su calcio d’angolo Moras fa a da torre e Cacciatore sbuca davanti a Storari: Cacciatore appoggia la palla in rete vicino al palo 40′ pt: assist di Bonucci per Tevez: Carlitos lascia sfilare il pallone e di destro angola sul palo più lontano 48′ pt: Vidal pennella un cross: colpo di testa perfetto di Llorente, che elude Moras e batte Rafael.

Serie A, incubo razzismo per Verona-Milan. Tosi: “Balotelli provochi meno”

balotelli, verona, verona milan, serie a, flavio tosi, tosi lega, razzismo,gossip,news,notizie,calcio


L’incubo degli insultirazzisti sul debutto della Serie A 2013-14. Sabato pomeriggio ilMilan di Mario Balotelli farà visita al neopromosso Verona e c’è chi teme che da parte di una tifoseria storicamente di destra come quella gialloblu arrivino offese e cori contro il bomber azzurro e gli altri giocatori di colore rossoneri. E il sindaco veronese Flavio Tosi, leghista, prova a dare un consiglio proprio a SuperMario: “Rassicurare Balotelli? Ci sono due aspetti. Uno della tifoseria, l’altro della società che ha sempre profuso impegno per migliorare il comportamento dei tifosi oltre ai quattro stupidi. Se qualcuno dovesse fare il cretino, sarebbe in minoranza. E se Balotelli provocasse un po’ meno, sarebbe meglio”. A proposito del rischio dibuu razzisti, Balotelli aveva commentato: “Spero che non dicano nulla. In caso contrario proverò a segnare con tutta la mia forza e dopo averlo fatto dirò qualcosa io”. “Giocatori di colore ce ne sono tanti – è la replica di Tosi, intervistato da Radio Sportiva -, chi non suscita l’ira delle tifoserie avversarie non ha problemi. Balotelli è bravo a rendersi antipatico”. E Mario? Su twitter si lancia in un cinguettio maliziosetto: “Veronesi…vi presento un bresciano!! Applaudite pure…”. Inutile sottolineare come i veronesi siano divisi dai bresciani da una rivalità inscalfibile…