Galliani e il Milan, un addio da record. Diva e Donna: “Buonuscita da 100 milioni”

Adriano, Galliani, Milan, Barbara, Berlusconi, buonuscita,gossip,news,notizie,Diva e donna,Silvio BerlusconiNon tutti i mali vengono per nuocere e anche un doloroso addio può trasformarsi in un grande affare. Sembra saperne qualcosa Adriano Galliani, ed Dg del Milan, almeno stadio a quanto racconta “Diva e donna” nella rubrica “Sussurri fra Divi”: ” Tra gelo, tregue armate, dichiarazioni e vertici segreti con il presidente, si sta preparando il futuro dell’A.C.Milan, che andrà nelle mani della bella Barbara Berlusconi. “Silvio Berlusconi sarà sempre il mio Presidente”, ha dichiarato Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan, carica che ricopre dal 1986; poi, successivamente, ne è diventato anche vice presidente vicario. Ma era il lontano 1979 quando Galliani conobbe Silvio Berlusconi che lo portò con lui prima a Telemilano poi alla Fininvest, in Mediaset e infine al Milan: 34 anni di onorato servizio. Si dice che per Galliani sia stata già pattuita una liquidazione la cui cifra è da capogiro ed è talmente alta da riuscire difficile addirittura immaginarla: si parla di oltre 100 milioni di euro. Una super buonuscita davvero difficile da rifiutare.

Milan, il giorno della verità: a mezzogiorno vertice ad Arcore tra Berlusconi e Galliani

milan, silvio berlusconi, adriano galliani, barbara berlusconi,sport,calcio,news,notizie,gossipMilan, il giorno della verità. È atteso per oggi, verso mezzogiorno, ad Arcore l’incontro, nella villa di Silvio Berlusconi, tra il proprietario della società rossonera e l’amministratore delegato Adriano Galliani. Oggetto dell’incontro saranno le critiche fatte dalla figlia di Berlusconi, Barbara, alla gestione societaria degli ultimi anni, in particolare al calciomercato.  Il vertice di oggi potrebbe essere decisivo per la futura struttura societaria del Milan: secondo i bene informati, Barbara avrebbe già in mente di accogliere nella dirigenza l’ex bandiera milanista Paolo Maldini, in rapporti non eccezionali con lo stesso Galliani.

Robinho: “Balotelli deve stare più tranquillo. Voglio vincere la Champions col Milan”

robinho, balotelli, tranquillo, calmo, differenza, milan,gossip,news,calcio,notizie,SkyUn consiglio da un compagno di reparto per Mario Balotelli. Il brasiliano Robinho, in un’intervista ai microfoni di Sky, ha infatti spiegato dove il giovane attaccante del Milan deve migliorare.  «Mario deve stare sempre tranquillo, perchè è un giocatore che quando sta bene di testa può fare la differenza con la sua qualità». Robinho sa benissimo delle grandi potenzialità di Mario, che non devono però disperdersi: «Lui è straordinario però deve stare un po’ più tranquillo, lasciare l’arbitro da parte e cercare solo di giocare al calcio, perchè quando la palla arriva sui suoi piedi è un campione».  Il 28enne brasiliano ha poi aggiunto: «Qualche volta sbaglia un po’, si arrabbia con l’arbitro, ma quando la palla arriva sui suoi piedi lui è allo stesso livello di altri campioni. Se è in condizione, lui è fortissimo e speriamo che quest’anno possa migliorare il suo atteggiamento, principalmente con l’arbitro. È in campo che può fare la differenza».  Vincere la Champions con il Milan e giocare i Mondiali in patria con il Brasile. Sono questi i sogni di Robinho. «Voglio vincere la Champions, è un mio obiettivo personale qua al Milan. È un sogno e spero un giorno di realizzarlo», dice l’attaccante rossonero ai microfoni di Sky. «Voglio che sia la stagione del Milan e, di conseguenza, anche la mia. Questo è un anno molto importante per noi, abbiamo un mondiale nel nostro paese, voglio fare bene perchè solo così posso tornare in nazionale. Devo fare tanti gol perchè in Brasile, con tutto il rispetto per le altre nazionali, ci sono tanti giocatori di livello altissimo e l’unica maniera per tornare nella Selecao è giocare bene con il Milan», aggiunge l’attaccante rossonero, prima di soffermarsi sul momento della squadra in campionato. «Abbiamo perso dei punti molto importanti, meno male che siamo all’inizio della stagione. Speriamo di migliorare ancora, di stare più su in classifica e fare più punti possibili».  Il Milan, evidenzia Robinho, è atteso da «tante partite importanti» e non può più sbagliare. «Il nostro obiettivo è tornare in alto in classifica e, con tutto il rispetto per le altre squadre, vincere il campionato e andare fino in fondo. Lavoriamo ogni giorno per questo, sappiamo che è difficile, ma speriamo che quest’anno il Milan torni grande». Robinho parla anche del buon momento del connazionale Kakà, fra i migliori in campo nella sfida pareggiata contro il Barcellona. «È un amico, lo conosco da dieci anni e siamo cresciuti insieme in nazionale. Lui rappresenta molto per noi, ha vinto il Pallone d’Oro ed è un giocatore con una qualità tremenda. È un esempio dentro e fuori dal campo. Pian piano sta ritrovando la sua forma fisica e sono convinto che se sta bene, come lo era prima, può tornare a vincere il Pallone d’Oro e aiutare molto la squadra in campionato e in Champions».

Barbara Berlusconi: “Milan ok col Barça? Merito di mio padre”

milan, berlusconi, barcellona, barbara, silvio,gossip,news,notizie,calcio


Silvio Berlusconi è soddisfatto della prova offerta dal Milan a San Siro contro il Barcellona. Lo ha confermato la figlia Barbara, dirigente rossonero.  La figlia di Berlusconi ha infatti affermato all’Ansa, all’uscita dalla sede del Milan: «Mio padre è contento perché sono state recepite alcune delle indicazioni tattiche che aveva trasmesso all’allenatore».  «È stata una discreta prestazione, di cuore e di carattere soprattutto. Ora dobbiamo arrivare con la giusta tensione mentale alle prossime due trasferte. Decisiva sarà in particolare quella di Glasgow. Giocheremo in una bolgia», ha aggiunto Barbara.

Mario Balotelli in tribuna con la sexy Fanny e il rapper Emis Killa gli dedica una canzone

Mario, Balotelli, Fanny, Neguesha, tribuna, Milan, Udinese, Emis, Killa,gossip,news,notizie,calcio,nuovo album dal titolo MercurioLa partita non l’ha potuta giocare, ma Mario Balotelli ha voluto comunque assistere in tribuna alla partita dei suoi compagni del Milan contro l’Udinese. Con l’attaccante, che durante la sosta della Nazionale ha attirato su di se tante critiche, la fidanzata Fanny Neguesha, tornata con lui dopo una breve separazione.
Intanto Mario continua a far parlare di se e il rapper Emis Killa, ha presentato al pubblico MB45, un brano dedicato a lui dedicato, che sarà presente nel suo nuovo album dal titolo Mercurio.

Balotelli, altro sfogo su Twitter: “Smettetela di parlare e lasciatemi vivere”

      balotelli, twitter, basta, parlare,milan,calcio,vip,news,notizie,gossipAltro sfogo su twitter di Mario Balotelli dopo quello sulla camorra che ha scatenato un mare di polemiche prima di Italia-Armenia. L’attaccante del Milan e della Nazionale ieri sera ha scritto il seguente cinguettio: «Ma la smettete di parlare e parlare e parlare vivere e lascia vivere! Vivete
e lasciatemi vivere e vedrete le differenze!». Parole che scateneranno altre polemiche. Balotelli da oggi sarà in ritiro anticipato con il Milan.

Balotelli furioso con Raffaella Fico: “Non è un padre assente, lei lo tiene lontano da Pia”

Mario, Balotelli, Raffaella, Fico, Domenica, LIve, pia,gossip,news,notizie,vip,tv,Milan,Barbarella D'UrsoUn Mario Balotelli furioso con Raffaella Fico per via della sua ospitata a “Domenica LIve“. A raccontare i retroscena il sito “Dagospia” che dà un’immagine del calciatore del Milan molto diversa da quella che traspare delle varie interviste: “Barbarella D’Urso ha pensato bene di invitare nella sua trasmissione “Domenica Live” Raffaella Fico, ex compagna di Mario Balotelli.  La starlettina non ha risparmiato bordate all’attaccante del Milan, accusandolo tra le altre cose di non aver voluto fare il test del Dna per accertare la paternità della piccola Pia. Voci di spogliatoio hanno raccontato di un SuperMario furioso, dopo aver ascoltato le dichiarazioni della Fico. Soprattutto perché, si vocifera a Milanello, il giocatore rossonero non sarebbe affatto il padre distante e svogliato descritto in tv. Pare che il suo desiderio di vedere la bambina sia stato frustrato dalla bella napoletana, ora felicemente in love con il figlio di Umberto Tozzi, Gianluca”.

Balotelli, il Milan: ”Niente ricorso per motivi etici” La lega: ”Esempio Kyenge”

balotelli, squalifica, ricorso, milan,Kyenge,Milan-Napoli,società,facebook,calcio,sport,news,notizie,gossip

Niente ricorso contro la squalifica per tre giornate a Mario Balotelli, dopo le proteste reiterate contro l’arbitro Banti alla fine di Milan-Napoli. E’ la decisione della società, che ha invece annunciato ricorso contro la chiusura della curva per i cori contro i tifosi del Napoli.   «AC Milan comunica che presenterà ricorso avverso la chiusura della curva e non coltiverà ricorso avverso la squalifica di Mario Balotelli», si legge in una nota del club rossonero che ieri aveva preannunciato il reclamo contro entrambe le decisioni.   «Motivi etici» sono alla base della scelta del Milan di non procedere con il ricorso contro la squalifica di Mario Balotelli. Secondo quanto filtra dal club rossonero, l’annuncio del reclamo pubblicato ieri sul sito è servito anche ad accelerare l’iter per ottenere il referto dell’arbitro Banti. Una volta letto quanto scritto dall’arbitro a proposito del comportamento di Balotelli, il Milan ha valutato che non ci fossero i margini dal punto di vista etico per contestare la decisione del giudice sportivo. Il club ha invece ritenuto sufficienti i margini giuridici per il ricorso contro la chiusura della curva per un turno  LA LEGA NORD Rischiano di diventare anche un caso politico le intemperanze sul campo da calcio di Mario Balotelli. Il giocatore, squalificato per tre giornate, era stato indicato dal ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge come «modello per l’Italia di domani». Parole che ora, dopo la sfuriata del milanista contro l’arbitro, le vengono rinfacciate da Mario Carossa, presidente del Gruppo regionale della Lega Nord in Piemonte. «Le parole del ministro Kyenge sono state davvero profetiche – scrive l’esponente del Carroccio su Facebook -: già, proprio un bell’esempio!!! Una vergogna…».

Ballotelli Squalificato, Tassotti lo bacchetta: ”Deve essre piu rispettoso”

 balotelli, tassotti, squalifica,sport,calcio,Napoli,Milan,Milan Channel,gossip,news,notizie


I giocatori devono «essere più rispettosi»: lo ha sottolineato il vice allenatore del Milan Mauro Tassotti commentando le tre giornate a Mario Balotelli dopo l’espulsione col Napoli.   Tassotti un paio di settimane fa ha partecipato a un incontro fra arbitri, giocatori, allenatori e dirigenti in cui il presidente dell’Aia Marcello Nicchi ha avvertito che certe proteste non sarebbero state tollerate. «Sono stati chiari, i giocatori devono essere più educati quando si rivolgono a loro».  «Analizzare con il senno di poi è inutile. Abbiamo partecipato all’incontro con gli arbitri. Mario – ha notato Tassotti intervistato da Milan Channel – forse ha sbagliato, non so che cosa abbia detto, ma gli arbitri sono stati chiari durante l’incontro: i giocatori devono essere più educati quando si rivolgono a loro. Queste sono le direttive. Bisogna essere più rispettosi».

La Juve va sotto di un gol, ma poi rimonta e batte il Verona 2-1

juventus,verona,gonzalez,roma batte verona,inter,fiorentina,milan,roma,fernando llorenteLa Juventus riesce ad avere la meglio sul un tenace Verona grazie alle reti dei suoi bomber, l’argentino Carlos Tevez e l’oggetto misterioso, fino ad oggi, Fernando Llorente. I due attaccanti ribaltano il gol del vantaggio di Cacciatore nel primo tempo. Così la Juventus sale a 10 punti, con Inter e Fiorentina, dietro alla Roma a punteggio pieno dopo quattro gare, mentre il Verona resta a 6. Gli scaligeri partono bene e mettono in difficoltà, dopo il Milan, anche la Juve. Al 35′ arriva il gol del vantaggio di Cacciatore che dagli sviluppi del corner, sfrutta un colpo di testa di Gonzalez, si smarca e insacca la porta di Storari. È rabbiosa la reazione dei bianconeri che vanno vicini al gol con Ogbonna e con Pogba il cui tiro è respinto sulla linea, nel giro di due minuti e poi va a segno con l’Apache ben servito in profondità da Vidal, che in diagonale incrocia perfettamente e con grande potenza sul palo lungo, palla sul legno e poi in rete, con Rafael battuto. IL TABELLINO Juventus (3-5-2): Storari 6, Barzagli 6.5, Bonucci 7, Ogbonna 6, Isla 6.5, Vidal 7, Pirlo 5 (21′ st Marchisio 6), Pogba 6.5, Asamoah 6, Tevez 7.5 (34′ st Giovinco sv), Llorente 6.5 (23′ st Vucinic 6). (1 Buffon 50 Citti 3 Chiellini 11 De Ceglie 13 Peluso 16 Motta 20 Padoin 26 Lichsteiner 27 Quagliarella). All.: Conte 6.5. Verona (5-3-1-1): Rafael 6.5, Cacciatore 6.5, Gonzales 6, Moras 5.5, Bianchetti 5, Agostini 5 (22′ st Iturbe sv) Romulo 6, Donati 5 (14′ st Gomez 5), Hallfredsson 4.5 (32′ st Donadel sv), Jorginho 6.5, Cacia 5 . (12 Nicolas 31 Mihaylov 4 Laner 7 Longo 11 Jankovic 14 Cirigliano 16 Rubin 25 Marques 26 Sala). All.: Mandorlini 6 Arbitro: Bergonzi 6 Reti: nel pt 36′ Cacciatore, 40′ Tevez 48′ Llorente Angoli: 5 a 2 per la Juventus Recupero: 3′ e 3′ Ammoniti: Asamoah, Ogbonna, Marchisio e Donadel per gioco scorretto, Vucinic per proteste. Note: spettatori 40.888, incasso 1 milione 305 mila euro * I GOL 36′ pt: su calcio d’angolo Moras fa a da torre e Cacciatore sbuca davanti a Storari: Cacciatore appoggia la palla in rete vicino al palo 40′ pt: assist di Bonucci per Tevez: Carlitos lascia sfilare il pallone e di destro angola sul palo più lontano 48′ pt: Vidal pennella un cross: colpo di testa perfetto di Llorente, che elude Moras e batte Rafael.