Barbara Berlusconi: “Milan ok col Barça? Merito di mio padre”

milan, berlusconi, barcellona, barbara, silvio,gossip,news,notizie,calcio


Silvio Berlusconi è soddisfatto della prova offerta dal Milan a San Siro contro il Barcellona. Lo ha confermato la figlia Barbara, dirigente rossonero.  La figlia di Berlusconi ha infatti affermato all’Ansa, all’uscita dalla sede del Milan: «Mio padre è contento perché sono state recepite alcune delle indicazioni tattiche che aveva trasmesso all’allenatore».  «È stata una discreta prestazione, di cuore e di carattere soprattutto. Ora dobbiamo arrivare con la giusta tensione mentale alle prossime due trasferte. Decisiva sarà in particolare quella di Glasgow. Giocheremo in una bolgia», ha aggiunto Barbara.

Neymar al Barça, mistero sul trasferimento: “Spariti 40 milioni”

calciomercato, neymar, barcellona, barça, santos, mistero, cifre, trasferimento, 40 milioni,calcio,sport,news,notizie,gossip


Con l’acquisto di Neymar il Barcellona si è aggiudicato in estate una delle migliori promesse del calcio mondiale. Per il 21enne brasiliano i catalani hanno pagato complessivamente 57 milioni di euro, ma secondo i documenti ufficiali, in Brasile, ne risulterebbero solo 17.  Il presidente del Santos, Odilio Rodrigues Filho, nega in maniera categorica che il talento sia stato venduto per 57 milioni di euro, come reso noto dalla società catalana. «Se il Barcellona ha speso 57 milioni di euro, i consiglieri del Barcellona devono chiedere al presidente a chi è andato il resto del denaro», dice Rodrigues Filho, al quotidiano Estado de Sao Paulo, affermando che per il cartellino di Neymar sono stati versati solo 17,1 milioni di euro. Il Santos, tra l’altro, ha incassato solo il 55% della cifra. Il resto è finito alla Dis (40%) e alla Teisa (5%, le società che detenevano una parte del cartellino del calciatore.  Gli accordi, secondo Filho, prevedono che il Barcellona debba versare altri 2 milioni di euro se Neymar si piazzerà tra i 3 finalisti per il Pallone d’Oro Fifa durante la sua avventura catalana. Il club brasiliano, inoltre, potrà contare sugli incassi di 2 amichevoli. La prima è stata giocata durante l’estate. Se la seconda salterà, il Barcellona pagherà 4,5 milioni. Nell’ambito dell’affare, a dir poco complesso, i campioni di Spagna hanno accettato di sborsare altri 7,9 milioni per opzionare 3 talenti del Santos. Anche con la somma di tutte le voci, evidenzia il presidente del Santos, non si arriva comunque ai 57 milioni menzionati.

L’astronomica cifra ha creato «una terribile confusione. Il Comitato di gestione del Santos ha scritto al Barcellona chiedendo spiegazioni. Abbiamo ricevuto la risposta nella quale si confermano i pagamenti di 17,1 milioni e dei 2 milioni supplementari se Neymar diventerà uno dei 3 migliori giocatori del mondo».
«Anche la Fifa -spiega ancora Rodrigues Filho- ha chiesto informazioni al Barcellona. Abbiamo una copia dell’atto inviato dal club spagnolo alla federcalcio internazionale, vengono ripetute le stesse cose».  Se in Catalogna qualcuno volesse capire dove sono finiti i milioni ‘spariti’, ecco il suggerimento: «Si può pensare che siano finiti come commissioni a persone che lavoravano alla trattativa per conto del Barcellona. Ma noi non sappiamo dove siano finiti».

Sivitglia, i tifosi vogliono trattenere la campagna: ”Troviamogli una fidanzata”

siviglia, marin,Barcellona,calcio e fantasia, fodanzata,soldi,club Marko Marin, sport,tifosi, chelsea,gossip,news,notizie,vip,LONDRA – Dove può arrivare l’amore dei supporters per un giocatore? Anche a procurargli una fidanzata per costringerlo a restare. Storie di calcio e fantasia. Si può inquadrare in quest’ottica l’iniziativa di un gruppo di tifosi del Siviglia intenzionati a trattenere nel club Marko Marin, centrocampista tedesco arrivato in prestito dal Chelsea. Ai blues non era riuscito a combinare granchè, 11 presenze, un solo gol e un rendimento scarso. Come riporta il Daily Mirror questo gruppo di fans è partita alla ricerca di una bella ragazza spagnola che sia in grado di far innamorare il giocatore ex Werder Brema in modo tale da convincerlo a rinunciare ai soldi e alla gloria che potrebbe trovare con la maglia del Chelsea e sposare a titolo definitivo il progetto del Siviglia. Marin ha fatto una grande impressione nel pazzo match perso contro il Barcellona. E i tifosi del Siviglia ora vorrebbero trattenerlo anche al termine del prestito. Così l’idea hanno della curiosa campagna: “Troviamo una fidanzata a Marin”. Gli stessi tifosi hanno lanciato questo messaggio al club: “Le priorità non sono un difensore e un attaccante, ma una ragazza spagnola a Marin”.
Pare che poi tutto nasca dalle vicende del centrocampista degli andalusi, Rakitic, che nonostante offerte importanti ricevute da altri club, ha deciso di restare al Siviglia per non lasciare la città della sua fidanzata.
 

Shakira, sorpresa a Pique: col figlio Milan in campo durante la partita


Pique, Barcellona, partita, Shakira, Milan, Camp Nou,gossip,news,notizie,calcio,vip,cantante,sport


BARCELLONA – Grande sorpresa per Pique. Il difensore del Barcellonaha ricevuto durante la partita contro il Sevilla un bel regalo dalla compagna Shakira, da cui ha recentemente avuto il figlio Milan. La mamma infatti ha ben pensato di portare il piccolo, con tanto di maglia del Barcellona, al Camp Nou per fartgli abbracciare il papà durante l’orario di lavoro…

Mondiali, super Pellegrini:argento nei 200 sl ”Le bastonate mi hanno fatto crescere”

federica, pellegrini ,nuoto, mondiali,sport,news,sport,medaglia,notizie, barcellona


Federica Pellegrini continua a stupire vincendo la medaglia d’argento sui 200 stlle libero ai Mondiali. Solo la statunitense Franklin ha fatto meglio dell’azzurra che ha provato un ‘incredibile rimonta negli ultimi 50 metri. Terza la francese Muffat.
“SONO STRAFELICE” “Sono strafelicè: lo ripete più volte Federica Pellegrini fresca medaglia d’argento sui 200 sl ai Mondiali di nuoto di Barcellona. «Sono contenta – dice ai microfoni rai appena terminata la gara – non pensavo di riuscire a competere con le migliori senza aver preparato la stagione sulla distanza. Sinceramente non pensavo nemmeno di riuscire a prendere una medaglia, davvero inaspettata».

“LA BASTONATE TI FANNO CRESCERE” «Le bastonate ti fanno crescere. E in 10 anni ne ho prese tante». Così Federica Pellegrini racconta il segreto della sua rinascita sportiva. «Ma dopo Londra – ha spiegato alla Rai l’azzurra dopo l’argento ai Mondiali – nell’ultimo anno mi sono preso una pausa e ho fatto cose che non avevo mai fatto prima»

SFIORATO UN MAGICO TRIS Federica Pellegrini ha sfiorato il tris nei 200 stile libero, dopo i titoli iridati di Roma 2009 e Shanghai 2011. L’azzurra ha ottenuto a sorpresa il miglior tempo ieri in semifinale.

LUCA DOTTO IN FINALE, MALE MAGNINI Luca Dotto per due centesimi salva il posto in finale nei 100 stile libero, al contrario di Filippo Magnini, solo 16° come tempo e ultimo nella seconda semifinale con l’altro azzurro, che entra tra i finalisti grazie a 48”46 (ha un record personale di 48”24). Per il 31enne ex bicampione del mondo della specialità la conferma delle sensazioni negative del mattino, per il vicecampione del mondo uscente dei 50 sl, la conferma di un progresso dopo le crisi, il torcicollo e la delusione in staffetta.

Nuoto: Grimaldi, questa medaglia l’ho vinta con testa e cuore

Barcellona,Martina Grimaldi,campionessa,mondo,Angela Maurer,sport,nuoto,news,notizie,gossip,vinta medaglia


Barcellona, 27 lug. – (Adnkronos) – Dopo oltre 5 ore di bracciate, basta un decimo a Martina Grimaldi per esplodere di gioia: e’ lei la nuova campionessa del mondo della 25 chilometri. In un avvincente testa a testa precede la tedesca Angela Maurer di un decimo e la statunitense Eva Fabian di sette. Pochi metri piu’ in la’ c’e’ Alice Franco, quarta a 3″2. A Shanghai, nel 2011, erano salite entrambe sul podio, questa volta per lei non c’e’ spazio. Grazie a Martina Grimaldi il fondo italiano torna a vincere una gara femminile dopo dieci anni. L’ultima volta ci fu la doppietta di Viola Valli nella 5 e 10 chilometri proprio al Port Vell di Barcellona.

“Questa medaglia vale tanto, l’ho vinta con la testa e con il cuore -afferma la 23enne allenata da Fabio Cuzzani e tesserata per Fiamme Oro e Uisp Bologna-. Arriva dopo la 5 e 10 chilometri in cui mi e’ mancato il finale. Oggi no. Negli ultimi mille metri ho attaccato. Sapevo che dovevo resistere e aggredire e non mollare. La statunitense Fabian mi stava sulla schiena di continuo, la tedesca Maurer era vicina. Non vedevo la brasiliana Cunha, era ai miei piedi, ed era pericolosissimo tenerla li’. Dovevo dare tutto e alla fine ce l’ho fatta”, sottolinea la bolognese.

Appena fuori dall’acqua la Grimaldi vede il maxischermo ed e’ seconda, la gioia arriva solo dopo il fotofinish. “Ho vinto e non lo sapevo. L’ho scoperto in zona mista dopo aver gia’ rilasciato delle dichiarazioni. Al tocco ho guardato il maxischermo ed ero segnalata seconda. Poi c’e’ stato il fotofinish. Che bello”. (segue)