Saldi estivi 2013: cosa non dovete farvi scappare!


Ciò che potete trovare oggi in saldo portandovi avanti per le prossime stagioni e qualche consiglio per arrivare preparate nei negozi!

images.jpg

Care ragazze, so che ormai state facendo il count down e io ho un’ottima notizia per voi! Proprio ieri infatti è cambiato il calendario di questi imminenti saldi estivi 2013 e, se in Trentino, Basilicata e Campania i saldi sono iniziati già martedì, per tutte le altre regioni la data è stata anticipata a sabato 6 luglio, ovvero tra 2 giorni!!
Io mi sto già attrezzando per tempo cercando di seguire tutte le regole basilari per affrontare i primi giorni di caccia agli affari! Sto cercando di stabilire un budget limitato che mi porterò i contanti in modo da non avere la tentazione di sforare, cercando di ignorare con nonchalance l’sms della carta che illumina il display del telefono. Ho anche già fatto un giro di perlustrazione per i negozi provando i capi dove era possibile, verificando la disponibilità del mio numero/taglia e cercando di individuare i capi che mi interessavano maggiormente!

Shopping.jpg

Ho anche già detto a sorella, amiche e follower del mio blog che devono assolutamente sposare il mio appello a favore degli uomini lasciandoli a casa nei giorni clou. I motivi sono sostanzialmente due e sono sicura che gli uomini (e anche le donne) li approveranno: in primo luogo perché stando lì fermi immobili, con occhi sconsolati e sguardo perso, intralciano il passaggio e rallentano la fila per i camerini e in secondo luogo perché poverini, ma vi siete mai fermati a guardali? Lì seduti ,sommersi dai vestiti che si lanciano occhiate di solidarietà e sostegno con in mano sì e no il set di boxer bianchi che era in offerta 3×1 nel reparto uomo. Abbiate pietà, vi prego! Portatevi le amiche!

I capi basic da non farsi scappare

scarpe-e-borse-grigi-nina-ricci_1.jpeg

Per quanto riguarda invece i miei consigli per gli acquisti di quest’anno, visto anche il periodo non proprio fortunato dell’economia, la cosa più importante in assoluto è comprare capi basic, iconici e ever green. La borsa che avete sempre sognato, ma che a prezzo pieno è proibitiva (avete guardato qualche sito online? Hanno grandi sconti sui prodotti luxury!), il tubino nero sopra il ginocchio che va sempre bene, il tailleur giacca pantalone, le camicie bianche e le bluse tinta unita, le ballerine con punta arrotondata, le décolleté classiche in beige, nero o rosso, la giacca in pelle scontata del 30 o 40% e i jeans con cui vi trovate bene che in questo periodo potete trovare in sconto approfittando per farvene una scorta!

I capi che potrete riutilizzare in autunno

abbigliamento-versace-inverno-2011.jpg

Se invece amate osare nei vostri look o se avete l’armadio pieno di capi basic e cercate qualcosa di nuovo, vi consiglio di comprare capi che potrete facilmente riutilizzare anche in autunno o, perché no, la prossima primavera! Il mio suggerimento è quello di non spendere soldi nei capi modaioli di questa stagione cercando invece di comprare camice di jeans,felpe con scritte o fantasie particolari,gonne a ruota o a palloncino (le stampe colorate vanno sempre bene), un maxi dress elegante da indossare alla prossima festa o magari a Capodanno, capi con stampa check che rivedremo per tutta la prossima stagione e sneakers super-colorate che saranno di gran tendenza anche nei mesi autunnali insieme a tutte le scarpe basse (mocassini, slippers e stringate) che prevarrano sui tacchi alti.

Tacchi alti, la Parker dice addio un filler per camminare

 

 sarah jessica parker,sex and the city,tacchi,ballerine,donne,bellezzachirurgia plastica,moda,gossip,news,notizieROMA Sarah Jessica Parker, la Carrie Bradshaw di Sex and the City, dice addio ai tacchi: i suoi piedi – ha confessato al magazine americano Net-A-Porter – non le consentono più di indossare i trampoli di Manolo Blahnik o Jimmy Choo, marchio di fabbrica della protagonista del popolare telefilm. «Per dieci anni ho corso sui tacchi, li ho indossati sul set per 18 ore al giorno e quando sono andata dal dottore perché mi sono slogata la caviglia ha detto che si era formato un osso dove non doveva esserci».

L’idillio – sul set ma anche nella vita vera – con gli stiletto, le ha infatti causato danni permanenti ai piedi. Ora, dopo una vita sulle punte, la Parker dovrà rassegnarsi a indossare comode – ma meno affascinanti – ballerine.

Eppure “salvare” in tempo i piedi è possibile. Tutte le donne, schiave dello stiletto, possono ricorrere all’aiutino di un filler in grado di annullare il dolore causato da tacchi troppo alti. Si tratta di una iniezione che permette di non avvertire alcun fastidio se si indossano i tacchi a spillo. Un’idea nata anni fa nelle cliniche di bellezza di New Delhi, che ha risolto uno dei problemi femminili più diffusi, e che ora comincia ad essere molto richiesta anche in Italia. «Il piccolo intervento – ci spiega il dottor Alfredo Borriello, direttore dell’Unità operativa di chirurgia plastica all’ospedale Pellegrini di Napoli – consiste nell’iniettare sotto la pianta del piede dell’acido ialuronico macromolecolare che consente di creare dei cuscinetti artificiali che “ammortizzano” il dolore provocato dalle altezze vertiginose. L’intervento dura circa 20 minuti e elimina subito la sensazione di bruciore comunemente associata ai tacchi alti».

Il costo parte dai 600 euro e l’effetto dura nove mesi, dopodiché i cuscinetti si riassorbono. L’applicazione dell’acido ialuronico macromolecolare in campo medico, veniva utilizzato principalmente per il corpo, per correggere i difetti strutturali, gli inestetismi cutanei e per riempire avallamenti, migliorare cicatrici, anche post trauma. Successivamente la sua applicazione si è estesa anche in ambito oftalmologico, oculistico e ortopedico. Oggi aiuta anche le donne che vogliono sembrare più alte e a loro agio anche su zeppe e tacchi vertiginosi.