ShoesAdvisor, la community per le amanti delle scarpe

      shoesadvisor, community amanti scarpe, recensioni calzature, consigli per gli acquisti,moda,news,notizie,shopping


Una community per gli amanti delle scarpe dove condividere i gusti, confrontare opinioni e scoprire le tendenze del momento. Il sogno di migliaia di appassionate e delle fashion blogger si materializza su shoeadvisor.net, il sito dedicato alle calzature in cui trovare consigli, fornire commenti e recensioni e paragonare le sensazioni derivanti dall’indossare ogni tipologia di scarpe. Al centro ci sono le immagini, con le foto di calzature, anche maschili (ma il gentil sesso ovviamente domina), racchiuse in quadrati colorati che offrono una sequenza di forte impatto visivo.   Nata quasi per gioco durante un animato scambio di opinioni sulla consistenza e comodità di un sandalo, ShoeAdvisor è un progetto italiano realizzato da due trentenni: Valeria Re, esperta di marketing e con alle spalle una lunga esperienza di e-commerce, e Enrico Filippi, che si occupa invece della parte finanziaria. Insieme a loro un nutrito gruppo attivo per sviluppare le strategie web e mobili, elemento primario per allargare la community delle maniache delle scarpe.   Oltre al piacere di condividere pareri, l’utilità di ShoesAdvisor sta nelle recensioni degli utenti, che grazie alle singole esperienze forniscono valide osservazioni che aiutano nella scelta degli acquisti. Oltre all’interazione con i principali social network, su ShoesAdvisor si possono creare profili personali dove condividere le immagini, dividere le calzature in base alla marca e creare una lista di preferiti con scarpe già acquistate e quelle desiderate.

Illuminum, il profumo che Kate Middleton ha indossato alle nozze

Kate Middleton,principe William,White Gardenia Petals di Illuminum,profumo che Kate Middleton aveva scelto di indossare nel giorno delle nozze, New York,150 dollari,mondo,news,notizie,shopping,profumiKate Middleton,principe William,White Gardenia Petals di Illuminum,profumo che Kate Middleton aveva scelto di indossare nel giorno delle nozze, New York,150 dollari,mondo,news,notizie,shopping,profumi


L’ultima apparizione pubblica della Duchessa di Cambridge risale a un paio di settimane fa – forse perché è impegnata a tempo pieno a prendersi cura del piccolo George, nato lo scorso luglio – ma gli ammiratori dell’elegante e sofisticata Kate Middleton continuano a moltiplicarsi in tutto il mondo, anche negli Stati Uniti.

Nonostante sia trascorso oltre un anno, è ancora vivo nella memoria collettiva il ricordo del royal wedding, dello splendido abito da sposa che indossava Kate mentre attraversava la navata di Westminster, diretta all’altare dove la aspettava il principe William in alta uniforme, mentre la sorella Pippa le reggeva lo strascico: quello che in molti non hanno avuto modo di apprezzare, però, è il profumo che Kate Middleton aveva scelto di indossare nel giorno delle nozze.

Si tratta della fragranza White Gardenia Petals di Illuminum, una delicata miscela di gelsomino e mughetto; le note di questo profumo evidenziano la brezza raffinata e molto fresca della gardenia, la fragranza dominante della composizione, impreziosita da una traccia di cocco e ylang-ylang. Da pochi giorni, a New York è possibile acquistarlo, nello store che il brand ha aperto sulla Fifth Avenue. La fragranza è disponibile nella confezione da 50 ml e 100 ml, con prezzi a partire da 150 dollari.

Illuminum è nata nel Regno Unito nel gennaio 2011 da un gruppo di profumieri anonimi che creano interessanti combinazioni con ingredienti di alta qualità in diverse categorie (floreale, agrumi, muschio). Anche grazie alla pubblicità che è derivata dal fatto che Kate Middleton ha utilizzato una fragranza del brand per le sue nozze, il marchio è notevolmente cresciuto anche all’estero e ora è arrivato ad aprire il primo negozio negli Stati Uniti.

Christian Louboutin lancia la nuova collezione di scarpe “nude look”

scarpa col tacco,Kate Middleton,Christian Louboutin,nuova collezione di scarpe “nude look”,Apple store,Louboutin Shades,collezione di biancheria intima Skin Tone,lingerie Cosabella,abbigliamento,moda,news,notizie,shopping, slip, bikini,

scarpa col tacco,Kate Middleton,Christian Louboutin,nuova collezione di scarpe “nude look”,Apple store,Louboutin Shades,collezione di biancheria intima Skin Tone,lingerie Cosabella,abbigliamento,moda,news,notizie,shopping, slip, bikini,

scarpa col tacco,Kate Middleton,Christian Louboutin,nuova collezione di scarpe “nude look”,Apple store,Louboutin Shades,collezione di biancheria intima Skin Tone,lingerie Cosabella,abbigliamento,moda,news,notizie,shopping, slip, bikini,


Come ci ha insegnato Kate Middleton, una scarpa col tacco dello stesso colore della pelle ha il potere di allungare le gambe. Questa “magia” avviene, però, solo quando il colore della calzatura è perfettamente uguale a quello della gamba stessa (e succede molto raramente): per ovviare a questo problema, Christian Louboutin ha creato una nuova collezione di scarpe “nude look” che si abbineranno esattamente al colore della pelle di tutte le donne.

“Le scarpe scompaiono come per magia e diventano un’estensione fluida delle gambe, come in uno schizzo, allungando la silhouette: le scarpe sono lì per dare alla donna un tocco in più, non per distogliere l’attenzione dalle gambe e da quello che lei indossa”, ha detto Louboutin che ha anche messo a punto un App – chiamata Louboutin Shades e disponibile sull’Apple store – per aiutare le donne a scegliere la tonalità giusta (basta fotografarsi il piede e la caviglia e l’App seleziona il colore desiderato).

La nuova collezione sarà venduta esclusivamente nei negozi Louboutin a partire dal prossimo mese. Le scarpe “nude” saranno disponibili in 5 tonalità, a seconda del colore della pelle: da quelle più chiare, indicate per chi ha un colorito diafano, a quelle castano scuro per le donne con la carnagione più scura.

In realtà il “nude look” rappresenta un trend in crescita anche nell’abbigliamento. Anche l’etichetta italiana di lingerie Cosabella ha recentemente lanciato la collezione di biancheria intima Skin Tone, che è stata progettata per una vasta gamma di diversi colori della pelle, mentre il marchio americano Wacoal ha presentato anche una linea di shapewear “invisibile” già all’inizio di quest’anno: slip, bikini e t-shirt tutti disponibili in quattro diverse tonalità in base al colore della pelle.

La Gazzetta lancia uno store virtuale per il calcio

Gazzetta dello Sport,Football4u,mondo del calcio,abbigliamento e accessori,Adidas,Mizuno,sezione outlet,shopping,moda,sport, Nike, Puma


La Gazzetta dello Sport si dà allo shopping lanciando “Football4u”, negozio online multimarca dedicato al mondo del calcio e a tutti i suoi aficionados. Si tratta del primo esperimento in tal senso di un giornale sportivo.

il sito di e-commerce propone circa un migliaio di prodotti tra cui scarpe, vero fulcro di football4u.it, abbigliamento e accessori. Nel nuovo store del calcio non mancano poi i prodotti ufficiali dei maggiori club italiani, europei e delle Nazionali oltre a una sezione outlet dedicata alle offerte e alle promozioni.

Punto forte dello store virtuale è la personalizzazione, valida per tutti i prodotti disponibili delle più importanti marche, da Adidas a Mizuno, Nike e Puma.

VFNO A CASTEL ROMANO OUTLET, NOTTE DI SHOPPING TRA SCONTI E VIP

      vfno, castel romano, outlet, vip,Milano la Vogue Fashion’s Night OuT, Castel Romano Designer Outlet, shopping,Milano, Londra, New Yor,cocktail, marchi di tendenza,moda,news,notizie,musica,Parigi,


Dopo le edizioni di Firenze e Milano la Vogue Fashion’s Night Out continua a Castel Romano Designer Outlet. Il Centro McArthurGlen alle porte di Roma si regala due esclusive notti bianche dedicate allo shopping firmate Vogue Italia.  Il centro ospita un’edizione speciale delle VFNO 2013, organizzata naturalmente in collaborazione con Vogue Italia: come a Milano, Londra, New York e Parigi anche a Castel Romano Designer Outlet i 140 negozi resteranno eccezionalmente aperti fino alle 22 per accogliere i visitatori con allestimenti e vetrine dedicate, cocktail e musica a partire dall’orario dell’aperitivo.  Un’occasione davvero unica per scoprire le nuove collezioni autunno/inverno 2013, a prezzi come sempre ridotti dal 30% al 70%, e per dare la caccia ai prodotti in edizione limitata realizzati dai vari marchi per l’evento di Vogue. Per conservare un ricordo della serata, tutti i visitatori del centro potranno farsi fotografare nell’unità speciale dedicata alla VFNO con gli accessori messi a disposizione dai vari negozi (occhialoni giganti, parrucche, bracciali, etc.) ricevendo in omaggio la polaroid del loro scatto. Nella stessa unità sarà allestito un temporary shop che ospiterà le creazioni in argento della jewel designer Camilla Michelotti, AtelierOrtica, realizzati appositamente per la Vogue Fashion’s Night Out di Castel Romano Designer Outlet. Inoltre per tutti i fashion-addict, solo il 20 e il 21 settembre saranno in vendita le t-shirt da collezione della “VFNO 2013” che si potranno acquistare a un prezzo speciale in esclusiva nel centro di Castel Romano Designer Outlet e negli altri 4 centri italiani McArthurGlen Designer Outlets. Come per le iniziative delle VFNO di Milano e Firenze, parte del ricavato delle vendite delle t-shirt sarà devoluto da McArthurGlen a supporto dei progetti charity sostenuti da Vogue Italia. Per raggiungere il Designer Outlet dal centro di Roma sarà potenziato il servizio Navetta con una corsa aggiuntiva gratuita dalle fermate metro Libia alle 17.30 e Roma Eur alle 18.15 e i rientri da Castel Romano saranno prolungati alle 22.00. Partecipando a una delle più accreditate manifestazioni di respiro internazionale dedicate al mondo della moda e voluta personalmente da Franca Sozzani, una delle maggiori autorità del fashion system a livello mondiale, Castel Romano Designer Outlet, con la sua ricchissima offerta di brand di lusso e marchi di tendenza, si conferma ancora una volta come una destinazione imperdibile per tutti gli amanti dello shopping.

Shopping online: cresce la fiducia in Italia


shopping online,web,news,notizie,acquisto online,futuro del commercio,milano,popolazione italianaFino ad oggi l’Italia è stata fanalino di coda per ciò che riguarda lo shopping online: un diffuso senso di diffidenza ha fatto si per anni che la popolazione italiana non prendesse in seria considerazione questo canale per acquistare beni e servizi, così come accade quotidianamente in altre parti del mondo. Le motivazioni si tale diffidenza sono da ricercare innanzitutto nella scarsa fiducia in special modo all’atto del pagamento con carta di credito: molti per anni hanno storto il naso temendo che i dati della carta potessero in qualche modo andare a finire nelle mani di persone che potessero usarli per scopi illeciti. Inoltre, il tradizionale rapporto che si crea da sempre nel nostro paese fra acquirente e negoziante di fiducia, non lasciava aperto un varco verso il cambiamento. Ma ora, anche in Italia siamo giunti a una svolta: la grandissima scelta di articoli e servizi venduti sul web, uniti alla possibilità di poter subito comparare i prezzi prima dell’acquisto stanno facendo capitolare anche gli acquirenti più diffidenti. Sul web possiamo acquistare di tutto e persino di più: l’offerta presente online infatti, copre qualsiasi tipologia di prodotti e servizi, arrivando persino a consentire l’acquisto di generi alimentari.

È quanto emerge anche da una ricerca condotta dal Politecnico di Milano in collaborazione con il Consorzio Nercomm e Uman Highway per Ebay Italia dal titolo “Il futuro del commercio”. Dalla ricerca, si evince comunque un dato interessante: è il settore della tecnologia a interessare maggiormente gli italiani che approcciano l’acquisto online. Inoltre, si è notato che l’italiano medio alle prese con l’acquisto online, ha cambiato di fatto le modalità attraverso le quali decide poi di acquistare un articolo piuttosto che un altro. È chiaro che, una delle difficoltà maggiori nel decidere quale acquisto realizzare, basandosi solamente su alcune immagini pubblicate sul sito che vende l’oggetto, determina una maggiore difficoltà nella decisione finale.  Ciò porta a una maggiore attenzione da parte dell’acquirente che, per decidere, dedicherà un maggior tempo anche per comparare articoli e prezzi di vendita oltre che a cercare eventuali opinioni di altri acquirenti sul prodotto in questione. Molti adottano  un sistema molto utile: si recano presso un negozio fisico per toccare con mano l’articolo di cui stanno valutando l’acquisto online, per poi procedere sul sito web che vende l’oggetto in questione. È un metodo questo, attualmente messo in atto da circa il 30% fra le persone intervistate durante la realizzazione dello studio.

La tendenza attuale però, ci dice che la maggior parte degli acquirenti usa la rete al contrario: il 30,9% si affida alle recensioni e alle opinioni pubblicate sul web da altri acquirenti prima di procedere all’acquisto. Altri – il 41% –  sfogliano i comparatori online, altri ancora entrano direttamente nel sito ufficiale del venditore – 34,2% – e infine, il 19,3% visita siti di vendita generici. Ma il tutto, avviene prima di recarsi nel negozio fisico dove effettueranno l’acquisto vero e proprio. Il web in questo caso serve solo per verificare le caratteristiche dell’oggetto da acquistare e per evitare di girare per la città di negozio in negozio. Solo il 13,6% degli acquirenti online non compie alcun tipo di verifica o confronto online prima dell’acquisto. Sta di fatto che, pur in presenta di metodi diversi di approccio all’acquisto online, nel nostro paese questo canale di vendita sta spiccando il volo. Ciò è dovuto sicuramente a un maggior senso di fiducia negli strumenti elettronici di pagamento, anch’essi in fase di sviluppo a livello nazionale ma anche alla presenza di una maggior tutela normativa sui dati sensibili depositati sul web da parte degli acquirenti. Come pagano gli italiani i loro acquisti online? Il pagamento tramite PayPal è sicuramente il più utilizzato: la usa il 46% degli italiani che acquista prodotti tecnologici online. La motivazione è semplice: il circuito che gestisce la carta di pagamento è quello che offre maggiori tutele post vendita/acquisto. Ovviamente, anche per ciò che riguarda i commercianti, negli ultimi tempi è avvenuto un incremento della presenza di e-commerce based in Italy: se la crisi crea recessione costante il web tenta di sopprimerne almeno un po’ gli effetti.

Dalla montagna al mare, le migliori scelte per l’estate


profumi,Shiseido,moda,ChicPetalS,news,notizie,shopping, Collistar,Acqua Attiva Green,estate,l’Eau d’Issey pour Homme,miscela ai vapori del tè verde,Tea Honeysuckle, migliori,montagna,Coccobello,


Saliamo in vetta, dove l’aria di montagna è pungente come l’aroma del caprifoglio. Green Tea Honeysuckle (Elizabeth Arden) lo miscela ai vapori del tè verde e del bergamotto. Vivace tripudio di gelsomino, neroli, semi d’ambretta e betulla; soffice muschio e pesca matura. E il brivido è immediato. Dall’alto, scendiamo giù in picchiata, dove la risacca del mare schiumeggia con Coccobello di James Heeley ci si tuffa ai tropici: il dolce lattiginoso della polpa del suo frutto incontra il sale marino, la vaniglia bourbon e le foglie di palma. Un incontro irresistibile. Come il richiamo esotico de l’Eau d’Issey e l’Eau d’Issey pour Homme: sentori di sapori lontani che ci fanno volare in oriente. Per l’occasione anche gli iconici flaconi si vestono di grafismi e colori inconsueti, ispirati al contenuto: frutto del drago, rosa vivo (per lei), kiwi, verde intenso (per lui). L’inno al sole è di Shiseido che con Zensun eau du toilette fraiche illumina l’aria di gocciole di rugiada: felice sposalizio tra bergamotto, mango, fiori di ciliegio e ambra. Dallo Zenith che tutto mostra, all’alba di un nuovo giorno carico di attesa: la versione maschile è più acquatica e misteriosa, nel mix di agrumi, menta, yuzu, pepe bianco e legni essiccati. 

Un’armonia di note che si rimescolano in Acqua Attiva Green, il nuovo profumo di Collistar pensato per l’uomo libero, dinamico, che cerca se stesso nel contatto con la natura.
Alla donna impertinente, Moschino donna invece una pioggia di ChicPetalS. La versione estiva è ispirata al rosso del melograno e della fragolina: speziata allo zenzero è una gioia sulla pelle.

Samsung Galaxy note 3: Display da 5,7”,video 4k e pennino intelligente

samsung galaxy note 3, galaxy note III, display da 5.7, video 4K, s-pen, air command,samsung,news,notizie,shopping

Più grande, con un pennino più intelligente e una caterva di funzioni per sfruttare a fondo la poliedricità e la potenza del dispositivo. Così si presenta il Galaxy Note 3, il phablet per eccellenza che dopo tanti rumors e fughe di notizie è stato lanciato poco fa durante l’Unpacked 2013.
Simile nel design al pluripremiato (da critica e vendita) Galaxy SIV e con una, il Note 3 presenta un display AMOLED Full HD da 5,7 pollici (risoluzione 1920×1080 pixel) e mostra un profilo invidiabile grazie agli 8,3 millimetri di spessore e al peso di 168 grammi. Tra le novità più succose ci sono i 3GB di Ram (un ulteriore passo avanti segnato quando lo standard era appena salito ai 2GB) e la fotocamera posteriore da 13 Megapixel con Auto Focus, stabilizzatore delle immagini e Flash LED capace di filmare video 4K a 30 fps mentre in semplice HD arriva a 1080p e 60 fps. Da notare la batteria da 3200 mAh che, secondo i coreani, permetterà all’utente di giungere a fine giornata con lo smartphone accesso nonostante l’uso intensivo di applicazioni. Doppio il processore, un quad-core da 2,3 GHz per la versione LTE e un octa-core da 1.9 GHz per il modello 3G. A proposito di connettività, il Note 3 supporta le reti LTE con bande multiple permettendo così di funzionare con qualsiasi rete a prescindere da luogo in cui ci si trova. Non mancano ovviamente NFC, Bluetooth 4.0 e GPS/Glonass.

Netti progressi per il pennino S-Pen, in grado ora di scrivere anche restando a una certa distanza dal display; merito della nuova tecnologia e delle relative funzioni confezionate su misura come Air Command, che consente di prendere note senza appoggiare la penna sullo schermo. Tra le altre funzioni, spicca Screen Write, utile per fotografare una schermata mentre si prendono appunti; Pen Windows rappresenta invece l’essenza del multitasking consentendo di gestire due applicazioni in simultanea (una principale, l’altra in una finestra più piccola aperta su un lato).
Presenti come per ogni dispositivo top di gamma tutte le funzioni e i servizi sviluppati da Samsung (Smart Scroll, Air Gesture, Samsung Hub, ChatON).

Oltre all’evento mondiale Samsung ha programmato anche un lancio globale, tanto che il 25 settembre il Note 3 arriverà contemporaneamente in 149 paesi. Disponibile nei classici colori nero e bianco con la novità del rosa, sarà affiancato da numerose e colorate cover disegnate appositamente da vari stilisti, tra i quali anche l’italiano Moschino.
Svelato il dispositivo e le sue caratteristiche, resta da conoscere il dettaglio più importante ai fini dell’acquisto: il prezzo.

 

 

Saldi, partono gli sconti i tutta Italia. La crisi si sente: Poche file nei negozi

 

saldi, negozi, partenza, italia, via, sconti,shopping,news,notizie,crisi


Partiti stamani i saldi estivi 2013: nonostante le previsioni di calo delle vendite e la crisi si notano alcune code davanti ai negozi delle principali griffe della moda in centro: dalla galleria al quadrilatero vero e proprio. I ribassi saranno in vigore per due mesi: la previsione di Federmodamilano (Confcommercio Milano) è di un valore complessivo delle vendite di 425 milioni di euro, con un acquisto medio a persona di 144 euro. Previsioni in calo rispetto agli anni scorsi: influisce sulle stime l’andamento debole dei consumi. Rispetto, in particolare, ai saldi estivi 2012, il valore complessivo stimato dei saldi scende del 5,5% e l’acquisto medio a persona del 6,5%.

POCHE FILE Le primissime stime di Federmoda sulla prima mattinata di saldi nella Capitale parlano di «inizio in sordina: poca gente in strada e nei negozi, poche file, probabilmente anche per l’effetto week end al mare». Lo afferma il presidente della associazione aderente alla Confcommercio di Roma, Massimiliano De Toma. Nelle strade dello shopping al centro storico, come per esempio in via del Corso, poca la gente in fila. «Purtroppo partiamo già da stime iniziali negative – afferma De Toma, anche proprietario di un negozio di abbigliamento a Roma -. Noi auspichiamo che il dato delle vendite nei saldi estivi si attesti a un -10%, massimo meno -15% rispetto allo scorso anno, non di più. La crisi economica continua a farsi sentire e le persone comprano sempre con più difficoltà, anche a fronte di sconti da subito molto elevati» «Registriamo una differenza tra i negozi multi-brand, che sono più in sofferenza, rispetto ai monomarca che tengono di più – conclude -. Resta ovviamente poi anche il distinguo tra i negozi del centro e la periferia romana, che non viene aiutata neanche dal turismo».

OGGI IL VIA Dopo Basilicata, Campania e Molise, dove sono già iniziati il 2 luglio, da oggi i saldi estivi partono anche nelle altre regioni. Secondo le stime dell’Ufficio Studi di Confcommercio, ogni famiglia spenderà in media per l’acquisto di articoli di abbigliamento e calzature in saldo 229 euro, meno di 100 euro a testa, per un valore complessivo di 3,6 miliardi di euro. Le vendite estive rappresentano sempre un momento di richiamo per le famiglie anche se negli ultimi anni la quota destinata a questo tipo di acquisto, sottolinea Confcommercio, si è ridotta costantemente in linea con le esigenze di un bilancio familiare condizionato da un calo del reddito disponibile. «Siamo consapevoli -sottolinea Renato Borghi, Vice Presidente di Confcommercio e Presidente di Federazione Moda Italia- delle difficoltà che attraversano le famiglie italiane dal punto di vista del reddito disponibile, pertanto è prevedibile un leggero calo rispetto all’anno scorso con uno scontrino medio intorno ai 100 euro». «Siamo peraltro fiduciosi che i saldi, che preferisco definire di ‘inizio stagionè, sapranno incontrare le più diversificate esigenze dei consumatori, sia per quantità, qualità e assortimento dei prodotti invenduti, che per gli sconti che prevediamo possano superare il 40%. Le vendite in questo periodo, insomma, -conclude Borghi- pur in un contesto difficile, potranno dare effervescenza alle vendite e rappresentare per i consumatori italiani e i turisti stranieri un’occasione per acquistare quei capi d’abbigliamento desiderati nel corso della stagione».

Saldi estivi 2013: cosa non dovete farvi scappare!


Ciò che potete trovare oggi in saldo portandovi avanti per le prossime stagioni e qualche consiglio per arrivare preparate nei negozi!

images.jpg

Care ragazze, so che ormai state facendo il count down e io ho un’ottima notizia per voi! Proprio ieri infatti è cambiato il calendario di questi imminenti saldi estivi 2013 e, se in Trentino, Basilicata e Campania i saldi sono iniziati già martedì, per tutte le altre regioni la data è stata anticipata a sabato 6 luglio, ovvero tra 2 giorni!!
Io mi sto già attrezzando per tempo cercando di seguire tutte le regole basilari per affrontare i primi giorni di caccia agli affari! Sto cercando di stabilire un budget limitato che mi porterò i contanti in modo da non avere la tentazione di sforare, cercando di ignorare con nonchalance l’sms della carta che illumina il display del telefono. Ho anche già fatto un giro di perlustrazione per i negozi provando i capi dove era possibile, verificando la disponibilità del mio numero/taglia e cercando di individuare i capi che mi interessavano maggiormente!

Shopping.jpg

Ho anche già detto a sorella, amiche e follower del mio blog che devono assolutamente sposare il mio appello a favore degli uomini lasciandoli a casa nei giorni clou. I motivi sono sostanzialmente due e sono sicura che gli uomini (e anche le donne) li approveranno: in primo luogo perché stando lì fermi immobili, con occhi sconsolati e sguardo perso, intralciano il passaggio e rallentano la fila per i camerini e in secondo luogo perché poverini, ma vi siete mai fermati a guardali? Lì seduti ,sommersi dai vestiti che si lanciano occhiate di solidarietà e sostegno con in mano sì e no il set di boxer bianchi che era in offerta 3×1 nel reparto uomo. Abbiate pietà, vi prego! Portatevi le amiche!

I capi basic da non farsi scappare

scarpe-e-borse-grigi-nina-ricci_1.jpeg

Per quanto riguarda invece i miei consigli per gli acquisti di quest’anno, visto anche il periodo non proprio fortunato dell’economia, la cosa più importante in assoluto è comprare capi basic, iconici e ever green. La borsa che avete sempre sognato, ma che a prezzo pieno è proibitiva (avete guardato qualche sito online? Hanno grandi sconti sui prodotti luxury!), il tubino nero sopra il ginocchio che va sempre bene, il tailleur giacca pantalone, le camicie bianche e le bluse tinta unita, le ballerine con punta arrotondata, le décolleté classiche in beige, nero o rosso, la giacca in pelle scontata del 30 o 40% e i jeans con cui vi trovate bene che in questo periodo potete trovare in sconto approfittando per farvene una scorta!

I capi che potrete riutilizzare in autunno

abbigliamento-versace-inverno-2011.jpg

Se invece amate osare nei vostri look o se avete l’armadio pieno di capi basic e cercate qualcosa di nuovo, vi consiglio di comprare capi che potrete facilmente riutilizzare anche in autunno o, perché no, la prossima primavera! Il mio suggerimento è quello di non spendere soldi nei capi modaioli di questa stagione cercando invece di comprare camice di jeans,felpe con scritte o fantasie particolari,gonne a ruota o a palloncino (le stampe colorate vanno sempre bene), un maxi dress elegante da indossare alla prossima festa o magari a Capodanno, capi con stampa check che rivedremo per tutta la prossima stagione e sneakers super-colorate che saranno di gran tendenza anche nei mesi autunnali insieme a tutte le scarpe basse (mocassini, slippers e stringate) che prevarrano sui tacchi alti.