Spopolano le unghie decorate: ne potrebbe beneficiare anche l’industria del vetro

      unghie, decorate, industria, vetro,bellezza,news,notizie,industria italiana del vetro


Puo’ un boccetta di smalto far bene all’industria italiana del vetro? A quanto pare si. La nail art, quella che quest’autunno colorerà le unghie di nero pece e rosso bordeaux in un trend punk molto dark, contribuirà a rasserenare (a dispetto della tendenza “cupa”) la salute del comparto. 
Franco Grisan, presidente della Zignago Vetro Spa e del CoReVe (Consorzio Recupero Vetro) che ieri era presente all’inaugurazione a Supino (Frosinone) dello stabilimento più grande d’Italia per il riciclo del vetro, ha confermato come per effetto della moda e delle nuove tecnologie, il settore stia vivendo una fase di sviluppo inaspettato. «Il boom dei disegni sulle unghie ha creato una domanda crescente di flaconcini per gli smalti e accessori, sia sul mercato interno che all’estero, tanto che per queste particolari forniture abbiamo registrato una crescita in un anno nell’ordine del 4%, con punte del 6%. In controtendenza col piattume del mercato alimentare».
I dati Assovetro lo confermano: l’industria nazionale del vetro nel 2012 ha visto scendere del 4,8%, la produzione dei contenitori dedicati agli alimentari. Flessione che invece si è fermata al meno 3,3% per quella dei flaconcini usati in cosmetica e in farmaceutica. C’è da dire anche che il settore ha un tasso del riciclo del vetro al 71%, quindi ogni 10 bottiglie di vetro prodotte, 7 sono realizzate con rottame. Secondo Grisan «questa è una scommessa per il futuro», pur ammettendo che per il settore della profumeria il discorso riciclo non vale perché la qualità estetica richiesta è altissima.

Melissa Satta ,shopping a milano con Mj senza smentire le voci sul “pancino”

Melissa, Satta, shopping, Mj, pancino, Twitter,lavoro,scarpe,shopping,Boateng,gossip,news,notizie,vip,tv,velina,tv


Si sarà anche trasferita in Germania per seguire il fidanzato Boateng, ma Melissa Satta, fra impegni di lavoro e amicizie, trascorre gran parte della settimana in Italia. L’ex velina è stata fotografata mentre fa acquisti in un lussuoso negozio del centro di Milano per compare delle scarpe, naturalmente accompagnata dal suo inseparabile cane MJ (che sta per Michael Jackson). Intanto Melissa non ha smentito (come fatto precedentemente) attraverso Twitter le voci di un suo stato interessante…

Maddie, ecco le ultime ore prima della scomparsa: intanto la polizia ha arrestato un uomo

madeleine,mccann,arresto,britannico,news,notizie,crimewatch,campo da tennis,portogalloAndrà in onda domani sull’emittente britannica Bbc, durante il programma ‘Crimewatch’, una ricostruzione di 20 minuti dell’ultima serata passata da Maddie McCann prima della sua scomparsa sul campo da tennis.   L’ARRESTO È stato arrestato un uomo inglese sospettato di essere coinvolto nel caso Maddie.  La cronologia e la versione degli eventi che circondano la scomparsa di Madeleine McCann sono “cambiati in modo significativo”. Lo ha detto la polizia metropolitana di Londra, spiegando che le novità hanno permesso di procedere a una ricostruizione più dettagliata.
Gli investigatori sono infatti riusciti a “dare maggiore significato” agli eventi della notte in cui la bambina di tre anni scomparve in Portogallo, mentre con la famiglia era in vacanza in Algarve, nel maggio 2007. La ricostruzione, così come le fotografie di alcuni uomini con cui la polizia ha parlato nei pressi del resort dove la piccola Maddie scomparve, sarà presentata nel programma della Bbc ‘Crimewatch’, in onda domani nel Regno Unito. Dall’inizio dell’indagine, 41 persone di interesse sono state identificate dalla polizia londinese, di cui 15 cittadini britannici.  «Il fatto che abbia messo a rischio la sua reputazione ci fa pensare che possa essere vero quanto ha dichiarato», hanno affermato le autorità che comunque ora procederanno nelle indagini.

Per adesso non si sbilanciano sull’arresto e le informazioni riguardo il sospetto, gli unici ad essere continuamente aggiornati sono i genitori e per loro adesso si aprono nuove speranze.  LA MESSA IN ONDA a polizia inglese mostrerà domani sera ad un programma sulla BBC una serie di identikit di persone da identificare nell’ambito della nuova inchiesta sulla scomparsa della piccola Madeleine McCann. L’appello per l’identificazione sarà ripetuto nei giorni successivi in Germania e Olanda. L’inchiesta su «Maddie», sparita nel 2007 all’età di 3 anni da una camera d’albergo in Portogallo mentre i genitori erano fuori a cena, è stata riaperta nel luglio scorso. Gli investigatori hanno ricostruito i fatti in modo diverso e hanno individuato una serie di persone che vogliono identificare tramite l’identikit e interrogare. «Lo scopo dell’appello» che sarà lanciato domani al programma «Crimewatch», ha spiegato la polizia britannica, «è cercare e identificare questi uomini, per escludere gli innocenti o stabilire se sono coinvolti in qualche modo». Gli investigatori ritengono che Maddie possa essere ancora viva.

Madonna bandita dai cinema del Texas: “Cacciata da una sala, mandava troppi sms”

madonna,popstar,cinema,texasAnche al cinema si può prende re un Daspo. A beccarsi il divieto di mettere piede nelle sale della catena “Alamo Drafthouse” , in Texas, è stata addirittura la pop star più famosa del mondo, Madonna.   ALLA PRIMA DI 12 YEARS A SLAVE Lady Ciccone infatti, durante la prima di “12 Years a Slave”, l’ultimo film di Steve McQueen con Chiwetel Ejiofor e Michael Fassbender per il New York Film Festival, pare non abbia smesso per un secondo di mandare sms, infastidendo molto i suoi vicini.  POPSTAR FURIBONDA Quando il personale del cinema le ha chiesto di mettere via il suo BlackBerry, la popstar è andata su tutte le furie, rispondendo seccata: «È per lavoro… schiavista!», continuando come nulla fosse a mandare messaggi. La “Alamo Drafthouse”, che è una catena di cinema famosa per le sue rigorose politiche verso i clienti indisciplinati, ha allora deciso di sanzionare Lady Ciccone bandendola da tutte le sale. «Finché non si scusa con gli altri clienti del cinema», ha twittato l’ad e fondatore del gruppo texano, Tim League, «a Madonna sarà vietato guardare film da noi». Poi League ha precisato che il “cinguettio” era più che altro uno sfogo, ma «un modo per far capire quanto è sgarbato mandare messaggi durante le proiezioni».