Shopping online: cresce la fiducia in Italia


shopping online,web,news,notizie,acquisto online,futuro del commercio,milano,popolazione italianaFino ad oggi l’Italia è stata fanalino di coda per ciò che riguarda lo shopping online: un diffuso senso di diffidenza ha fatto si per anni che la popolazione italiana non prendesse in seria considerazione questo canale per acquistare beni e servizi, così come accade quotidianamente in altre parti del mondo. Le motivazioni si tale diffidenza sono da ricercare innanzitutto nella scarsa fiducia in special modo all’atto del pagamento con carta di credito: molti per anni hanno storto il naso temendo che i dati della carta potessero in qualche modo andare a finire nelle mani di persone che potessero usarli per scopi illeciti. Inoltre, il tradizionale rapporto che si crea da sempre nel nostro paese fra acquirente e negoziante di fiducia, non lasciava aperto un varco verso il cambiamento. Ma ora, anche in Italia siamo giunti a una svolta: la grandissima scelta di articoli e servizi venduti sul web, uniti alla possibilità di poter subito comparare i prezzi prima dell’acquisto stanno facendo capitolare anche gli acquirenti più diffidenti. Sul web possiamo acquistare di tutto e persino di più: l’offerta presente online infatti, copre qualsiasi tipologia di prodotti e servizi, arrivando persino a consentire l’acquisto di generi alimentari.

È quanto emerge anche da una ricerca condotta dal Politecnico di Milano in collaborazione con il Consorzio Nercomm e Uman Highway per Ebay Italia dal titolo “Il futuro del commercio”. Dalla ricerca, si evince comunque un dato interessante: è il settore della tecnologia a interessare maggiormente gli italiani che approcciano l’acquisto online. Inoltre, si è notato che l’italiano medio alle prese con l’acquisto online, ha cambiato di fatto le modalità attraverso le quali decide poi di acquistare un articolo piuttosto che un altro. È chiaro che, una delle difficoltà maggiori nel decidere quale acquisto realizzare, basandosi solamente su alcune immagini pubblicate sul sito che vende l’oggetto, determina una maggiore difficoltà nella decisione finale.  Ciò porta a una maggiore attenzione da parte dell’acquirente che, per decidere, dedicherà un maggior tempo anche per comparare articoli e prezzi di vendita oltre che a cercare eventuali opinioni di altri acquirenti sul prodotto in questione. Molti adottano  un sistema molto utile: si recano presso un negozio fisico per toccare con mano l’articolo di cui stanno valutando l’acquisto online, per poi procedere sul sito web che vende l’oggetto in questione. È un metodo questo, attualmente messo in atto da circa il 30% fra le persone intervistate durante la realizzazione dello studio.

La tendenza attuale però, ci dice che la maggior parte degli acquirenti usa la rete al contrario: il 30,9% si affida alle recensioni e alle opinioni pubblicate sul web da altri acquirenti prima di procedere all’acquisto. Altri – il 41% –  sfogliano i comparatori online, altri ancora entrano direttamente nel sito ufficiale del venditore – 34,2% – e infine, il 19,3% visita siti di vendita generici. Ma il tutto, avviene prima di recarsi nel negozio fisico dove effettueranno l’acquisto vero e proprio. Il web in questo caso serve solo per verificare le caratteristiche dell’oggetto da acquistare e per evitare di girare per la città di negozio in negozio. Solo il 13,6% degli acquirenti online non compie alcun tipo di verifica o confronto online prima dell’acquisto. Sta di fatto che, pur in presenta di metodi diversi di approccio all’acquisto online, nel nostro paese questo canale di vendita sta spiccando il volo. Ciò è dovuto sicuramente a un maggior senso di fiducia negli strumenti elettronici di pagamento, anch’essi in fase di sviluppo a livello nazionale ma anche alla presenza di una maggior tutela normativa sui dati sensibili depositati sul web da parte degli acquirenti. Come pagano gli italiani i loro acquisti online? Il pagamento tramite PayPal è sicuramente il più utilizzato: la usa il 46% degli italiani che acquista prodotti tecnologici online. La motivazione è semplice: il circuito che gestisce la carta di pagamento è quello che offre maggiori tutele post vendita/acquisto. Ovviamente, anche per ciò che riguarda i commercianti, negli ultimi tempi è avvenuto un incremento della presenza di e-commerce based in Italy: se la crisi crea recessione costante il web tenta di sopprimerne almeno un po’ gli effetti.

Dalla montagna al mare, le migliori scelte per l’estate


profumi,Shiseido,moda,ChicPetalS,news,notizie,shopping, Collistar,Acqua Attiva Green,estate,l’Eau d’Issey pour Homme,miscela ai vapori del tè verde,Tea Honeysuckle, migliori,montagna,Coccobello,


Saliamo in vetta, dove l’aria di montagna è pungente come l’aroma del caprifoglio. Green Tea Honeysuckle (Elizabeth Arden) lo miscela ai vapori del tè verde e del bergamotto. Vivace tripudio di gelsomino, neroli, semi d’ambretta e betulla; soffice muschio e pesca matura. E il brivido è immediato. Dall’alto, scendiamo giù in picchiata, dove la risacca del mare schiumeggia con Coccobello di James Heeley ci si tuffa ai tropici: il dolce lattiginoso della polpa del suo frutto incontra il sale marino, la vaniglia bourbon e le foglie di palma. Un incontro irresistibile. Come il richiamo esotico de l’Eau d’Issey e l’Eau d’Issey pour Homme: sentori di sapori lontani che ci fanno volare in oriente. Per l’occasione anche gli iconici flaconi si vestono di grafismi e colori inconsueti, ispirati al contenuto: frutto del drago, rosa vivo (per lei), kiwi, verde intenso (per lui). L’inno al sole è di Shiseido che con Zensun eau du toilette fraiche illumina l’aria di gocciole di rugiada: felice sposalizio tra bergamotto, mango, fiori di ciliegio e ambra. Dallo Zenith che tutto mostra, all’alba di un nuovo giorno carico di attesa: la versione maschile è più acquatica e misteriosa, nel mix di agrumi, menta, yuzu, pepe bianco e legni essiccati. 

Un’armonia di note che si rimescolano in Acqua Attiva Green, il nuovo profumo di Collistar pensato per l’uomo libero, dinamico, che cerca se stesso nel contatto con la natura.
Alla donna impertinente, Moschino donna invece una pioggia di ChicPetalS. La versione estiva è ispirata al rosso del melograno e della fragolina: speziata allo zenzero è una gioia sulla pelle.

Christy Turlington, a 44 anni posa per Calvin Klein: ”Fisico da 20enne”


Christy Turlington, Calvin Klein,foto, modella, testimonial,moda,gossip,news,notizie,vip


Un fisico da far invida a molte 20enne. Eppure lei,Christy Turlington, di anni ne ha 44. Eppure posa per Calvin Klein e i risultati eccellenti li possiamo vedere tutti. 

La prima campagna pubblicitaria nella quale Christy Turlington posò perCalvin Klein, come testimonial della linea di profumi Eternity, è stata prodotta esattamente 25 anni fa, ma la top model non sembra patire particolarmente l’incedere del tempo.

Reggiseno addio, arriva invisibra: Il push-up che si incolla

 

20130731_51512_invisibra_3.jpg

 

Un reggiseno push-up adesivo senza spalline né cuciture. Questo è InvisiBra, il reggiseno di ultima generazione presentato oggi a Londra da Lovalia. Oltre a sostenere seni di ogni taglia, è disponibile in tanti modelli differenti, proprio come quelli a cui siamo abituati, ma si propone di regalare alle donne un senso di libertà mai provato prima.

 

Moggi, critiche alla Juve e i pronostici sulla Serie A

luciano,moggi,il calcio dal suo punto di vista,juventus,matri,serie a,pronostici,sport,news,notizie,calcioTorna Il Calcio dal suo punto di vista, la rubrica settimanale in compagnia di Luciano Moggi, intervistato dal responsabile delle pagine sportive di LiberoFabrizio Biasin. Si parla dell’acquisto di Matri da parte del Milan, che vale una frecciatina dell’ex dg bianconero alla Juventus: “Quando ho dato via Inzaghi io avevo Trezeguet…”. Quindi si discute dell’Inter (“che non ha giocatori di classe”) e di Mazzarri (“l’allenatore ideale per convincere i giocatori a lottare su tutti i palloni”). Le migliori squadre del campionato? “Fiorentina, Napoli e Juventus”. Quindi il pronostico sulla classifica a fine campionato: “Juventus, Napoli secondo, Fiorentina, Inter, Roma”. Infine si parla anche di nazionale e del ct che prenderà il posto di Cesare Prandelli dopo i mondiali.